Ramificazioni


Si concludono oggi due settimane in cui ho disegnato molto, ma non per I Palazzi.

Realizzare disegni puliti, precisi, senza neanche una pennellata scarica, uno spruzzo o una macchia è sempre una forzatura, dopo mesi passati nelle atmosfere ad acquerello. Ma è un esercizio utile. E rimunerato.

A breve spero di tornare al lavoro con colori e cartoncini.

L’illustrazione è ancora lì, in un angolo del mio cervello, spazientita. Speriamo non se ne vada.

E con un giorno di ritardo, buona liberazione a tutti.
Finché si chiama ancora così e mantiene in parte il significato originale.

Commenti

Kant ha detto…
Detta così sembra un invito ad andare in bagno..
Magari con la maiuscola..