La fase infinitesima di un’entità infinitesima


Il mondo degli uomini e dei loro dei non è altro che la fase infinitesima di un’entità infinitesima: l’aspetto tridimensionale del piccolo insieme che si raggiunge attraverso la Prima Soglia, dove ‘Umr at-Tawil governa i sogni degli Antichi. E benché gli uomini considerino reale il loro mondo e irreali le idee che riguardano il suo archetipo multidimensionale, le cose stanno esattamente all’opposto. Ciò che chiamiamo sostanza e realtà è solo ombra e illusione, e ciò che chiamiamo ombra e illusione è sostanza e realtà.

H.P. Lovecraft e E. Hoffman Price, Attraverso le Porte della Chiave d’Argento (1932/33)

Siamo finiti in un racconto dell’orrore.
Ma, come potete leggere qui sopra, persino i racconti neri di quel cripto-reazionario di Lovecraft contenevano una briciola di speranza.

Il lupo è entrato dalla porta.
Anzi, ha soffiato via la casa, senza neanche troppo sforzo.

Non ci resta altro che riuscire a immaginare come cavarcela.

Credo.

Commenti

Anonimo ha detto…
io da oggi mi tiro fuori da tutto! non me la prendo per niente e che si arrangino gli altri, non vale nemmeno la pena prendersela per chi ha scelto(male)così!